Splendido Mausoleo in Ravenna centro, dedicato all'imperatrice Romana Elia Galla Placidia,  figlia dell'imperatore Teodosio I (che regnò dal 378 al 395) e della sua seconda moglie Galla. Nipote di tre imperatori, figlia di un imperatore, sorella di due imperatori, moglie di un re e di un imperatore, madre di un imperatore, zia di due imperatori, la nobilissima Galla Placidia fu dapprima ostaggio presso i Visigoti, poi loro regina; il suo matrimonio con re Ataulfo e la nascita del loro figlio Teodosio rientrarono in una politica di avvicinamento tra Barbari e Romani, ma la morte del bambino e quella del sovrano posero fine a questa possibilità. Per saperne di piu vai a Wiki

La basilica di San Vitale è uno dei più famosi ed importanti luoghi di culto cattolici di Ravenna, esemplare capolavoro dell'arte paleocristiana e bizantina.
La basilica è inserita, dal 1996, nella lista dei siti italiani patrimonio dell'umanità dall'UNESCO, all'interno del sito seriale "Monumenti paleocristiani di Ravenna".
La costruzione fu iniziata dal vescovo Ecclesio nel 525, vivente ancora Teodorico, e completata nel 547 dal successore di Ecclesio.
Per saperne di più vai a Wiki

La basilica di Sant'Apollinare in Classe è una basilica situata a circa 5 chilometri dal centro di Ravenna.
È stata costruita nella prima metà del VI secolo, finanziata da Giuliano Argentario per il vescovo Ursicino; fu consacrata nel 547 dal primo arcivescovo Massimiano ed è stata dedicata a Sant'Apollinare, il primo vescovo di Ravenna.
La basilica è inserita, dal 1996, nella lista dei siti italiani patrimonio dell'umanità dall'UNESCO, all'interno del sito seriale "Monumenti paleocristiani di Ravenna". Per saperne di più vai a Wiki


La basilica di Sant'Apollinare Nuovo è una basilica di Ravenna. Nata come luogo di culto ariano, nel VI secolo fu consacrata a San Martino di Tours. Dal IX secolo la basilica porta il nome attuale. L'appellativo di "Nuovo" le è stato dato per distinguerla da un'altra chiesa cittadina più antica, chiamata Sant'Apollinare in Veclo. La basilica conserva il più grande ciclo musivo finora conosciuto.
La basilica è inserita, dal 1996, nella lista dei siti italiani patrimonio dell'umanità dall'UNESCO, all'interno del sito seriale "Monumenti paleocristiani di Ravenna". ecc.). Per saperne di più vai a Wiki
Il Mausoleo di Teodorico, a Ravenna, è la più celebre costruzione funeraria degli Ostrogoti. Fu costruito intorno al 520 da Teodorico il Grande come sua futura tomba in pietra d'Istria. Il mausoleo è inserito, dal 1996, nella lista dei siti italiani patrimonio dell'umanità dall'UNESCO, all'interno del sito seriale "Monumenti paleocristiani di Ravenna". ll monumento fu edificato presso la necropoli riservata ai Goti. In epoca bizantina fu utilizzato come chiesa dedicata alla Madonna con il nome di "Santa Maria ad Farum", per la vicinanza di un porto dotato di faro. Oggi il mausoleo è inserito in un parco nell'immediata vicinanza del centro di Ravenna. Per saperne di più vai a Wiki
La Tomba di Dante è un monumento funebre eretto presso la Basilica di San Francesco, nel centro di Ravenna, città nella quale il Sommo Poeta visse gli ultimi anni della propria esistenza, morendovi nel 1321. Costruita nel biennio 1780-81 dall'architetto Camillo Morigia su commissione del cardinale Legato Luigi Valenti Gonzaga ed al di sopra della tomba quattrocentesca eretta dal podestà veneto di Ravenna Bernardo Bembo, la tomba è a forma di tempietto neoclassico a pianta quadrata, coronato da una piccola cupola. Separato dalla strada da una stretta delimitazione, presenta una facciata esterna molto semplice, con una porta sovrastata dallo stemma arcivescovile del Cardinal Gonzaga, e sulla cui architrave è scritto, semplicemente e in latino: Dantis poetae sepulcrum. Per saperne di più vai a Wiki
Il Battistero Neoniano, detto anche degli Ortodossi, è un battistero presente a Ravenna risalente al V secolo e prende il nome dal vescovo Neone che ne ha fatto proseguire la costruzione dopo il suo predecessore Orso (†ca. 396). L'appellativo degli ortodossi va invece inteso secondo il significato dell'epoca, che intendeva i cristiani della "retta" dottrina in contrapposizione all'eresia ariana. Il battistero è inserito, dal 1996, nella lista dei siti italiani patrimonio dell'umanità dall'UNESCO, all'interno del sito seriale "Monumenti paleocristiani di Ravenna". Per saperne di più vai a Wiki
La basilica di San Francesco è un importante luogo di culto cattolico del centro storico di Ravenna. L'attuale edificio risale al IX-X secolo, ed è stato più volte rimaneggiato sia all'esterno, sia all'interno. L'attuale basilica di San Francesco sorge nel luogo di una chiesa più antica. Questa venne costruita poco dopo il 450 per volere del vescovo di Ravenna Neone ed era dedicata ai santi apostoli Pietro e Paolo, e per questo chiamata anche Chiesa degli Apostoli. Tra la seconda metà del IX secolo e il secolo successivo, l'edificio del V secolo venne demolito e sostituito da una chiesa più grande. Contemporaneamente, venne costruita anche un'alta torre campanaria. La nuova chiesa, chiamata San Pietro Maggiore, passò all'ordine francescano nel 1261 e, in tale occasione, venne dedicata a san Francesco d'Assisi; nel 1321, vi furono celebrate le esequie di Dante Alighieri. Per saperne di piu vai a Wiki
Il palazzo di Teodorico o Teoderico (anche detto cosiddetto palazzo di Teodorico) è un palazzo situato a Ravenna, vicino alla basilica di Sant'Apollinare Nuovo. Oggi ridotto ad alcune rovine, tra cui la facciata, la sua antica funzione è ancora dibattuta tra gli studiosi: un'interpretazione lo identifica come la parte antistante della chiesa di San Salvatore ad Calchi (distrutta agli inizi del XVI secolo), un'altra lo associa a una costruzione a scopo di difesa per il palazzo degli esarchi (governatori della città) del VII-VIII secolo. Lo studio storico del sito cominciò dopo la scoperta di alcuni mosaici pavimentali nel XIX secolo. Per saperne di più vai a WIki
La Pineta di Ravenna è un grande bosco planiziale che si estende a nord e a sud del Canale Candiano (il canale artificiale che unisce Ravenna al mare Adriatico). È un'area protetta, inserita nel Parco regionale del Delta del Po. La Pineta di Ravenna risale all'epoca imperiale romana; fu impiantata per produrre legname per le imbarcazioni. L'essenza botanica principale è chiaramente il pino domestico. Nel Medioevo i monaci camaldolesi, divenuti proprietari di gran parte del territorio tra Ravenna e Classe, protessero e conservarono la locale pineta. Oggi l'area pinetale, a causa dell'intervento dell'uomo, è stata frazionata in più pinete, non contigue tra loro, alcune in prossimità del litorale, altre più all'interno. La superficie totale raggiunge i 2.000 ettari, tutti ricompresi nel comune di Ravenna. Per saperne di più vai a Wiki

Mirabilandia è un parco divertimenti dell'Emilia-Romagna. È situato nella frazione Savio del comune di Ravenna.
Indirizzo: Strada Statale 16 Adriatica, km 162, 48125 Savio RA
Data di apertura: 4 luglio 1992
Telefono: 0544 561156
Provincia: Provincia di Ravenna
La superficie totale raggiunge i 2.000 ettari, tutti ricompresi nel comune di Ravenna.

Il Planetario è un proiettore in grado di riprodurre su una cupola l'immagine della volta stellata visibile ad occhio nudo da ogni parte del mondo. Lo strumento, grazie ai suoi complicati sistemi meccanici, permette di mostrare principali moti celesti.
La Serenissima Repubblica di San Marino, spesso abbreviata in Repubblica di San Marino o semplicemente in San Marino (in dialetto sammarinese, o romagnolo meridionale, San Marèin o San Maroin), è uno Stato dell'Europa meridionale situato nel centro-nord della penisola italica, al confine tra le regioni Emilia-Romagna (Provincia di Rimini) e Marche (Provincia di Pesaro e Urbino). Ha un'estensione territoriale di 61,19 km² popolati da 32.538 abitanti.[5] È uno dei meno popolosi fra gli Stati membri del Consiglio d'Europa e delle Nazioni Unite. La capitale è Città di San Marino. Per sapene di più vai a Wiki
cicloturismo a Alfonsine-Ravenna

Splendidi itinerari cicloturistici da fare in bici o anche per Mtb
Alfonsine: anello due 54 km ciclostrada misto 
Alfonsine: anello uno 67 km ciclostrada misto 
Casalborsetti - Oasi Punte Alberete 10 km ciclabile misto  
Comacchio - Canevie 25 km  strada asfalto 
Comacchio - Valle - Salina - P.Garibaldi (anello) 16 km ciclopedonale misto
Ravenna - Lido di Classe 16 km  sentiero misto  
Lido di Classe - foce del Bevano 4 km ciclopedonale terra  
I dettagli di questi e molti altri ancora li potete trovare su pisteciclabili.com che ringraziamo per le informazioni.

 

Tag: Agriturismo Ravenna e dintorni, Ristorante, Camere, servizio B&B bed and brekfast. Pacchetti per soggiorni a Mirabilandia. Facilmente raggiungibili Alfonsine, Lugo, Bagnacavallo, Fusignano Argenta, le valli di Comacchio, Casal Borsetti e Marina Romea. Cucina tipica Romagnola. Escursioni in bici o mtb tra le valli e le pinete di Ravenna. Soggiorni con cani e animali  solo su prenotazione e con supplemento di € 20,00 al giorno
L'Angelina non è un semplice ristorante, albergo, hotel, vicino Ravenna, ma tutto questo insieme! Una vera fattoria dove poter mangiare dormire, trascorre una vacanza,  un soggiorno di lavoro, anche solo qualche giorno in armonia con la natura e relax.  Altri